Dove pubblicare nuovi articoli? Su PubblicareArticoli.it

Stai cercando un sito che ti permetta di fare gratuitamente Article Marketing di qualità con contenuti inediti? PubblicareArticoli.it diventerà uno dei tuoi strumenti preferiti su cui contare per promuovere le attività dei tuoi clienti o la tua!
Ricorda, gli articoli che invierai non dovranno essere mai pubblicati su altri siti e non dovranno mai essere inferiori a 400 parole.

Piante da frutto, quali tenere sul balcone

Categoria: Prodotti naturali Pubblicato 01 Luglio 2019
Visite: 24

Molti pensano che per avere un piccolo orto occorra almeno un pezzo di terra a disposizione. Invece non è così. E’ possibile coltivare anche sul proprio balcone alcune piante, in modo tale da creare la propria piccola produzione di frutta e verdura. Scopriamo ora quali sono le piante da frutto che possono vivere sul balcone e che puoi ricevere direttamente a casa tramite le spedizioni fiori online.

Quali piante da frutto sono adatte al balcone

Le piante da frutto che si possono scegliere sono quelle che hanno qualità adattabili a spazi limitati. Ad esempio, si può scegliere il pesco nano, il quale garantisce anche una bellissima fioritura. Allo stesso modo, sempre in versione nana si possono avere il pero, il ciliegio, il kiwi, il caco, il mandorlo, l’albicocco, l’amarena, l’ulivo, il nocciolo, il corbezzolo, il susino, la vite e tante altre ancora. La caratteristica di queste piante è che si adattano a qualsiasi clima, anche se occorre non esporle troppo alle intemperie. Allo stesso tempo, si tratta di piante che non necessitano di particolare copertura durante l’inverno, esse devono sempre mantenersi arieggiate, possibilmente in ambiente asciutto e non umido.

Come sistemare le piante

Per avere delle piante da frutto sul balcone bisogna preparare un adeguato spazio, in modo tale che le piante possano respirare e ricevere il sole nella maniera opportuna. Comunque, l’aspetto fondamentale sta nel vaso che deve avere un diametro che va dai 50 ai 100 cm. In generale, le piante non devono stare troppo vicine tra loro, ma la distanza necessaria varia da pianta a pianta, si va dai 50 cm ai 5 o 6 metri. La messa a dimora dovrebbe avvenire in autunno, così che le piante abbiano il tempo di prepararsi per l’estate senza troppo choc termico. Il terriccio deve essere composto di torba e materiale argilloso.