Dove pubblicare nuovi articoli? Su PubblicareArticoli.it

Stai cercando un sito che ti permetta di fare gratuitamente Article Marketing di qualità con contenuti inediti? PubblicareArticoli.it diventerà uno dei tuoi strumenti preferiti su cui contare per promuovere le attività dei tuoi clienti o la tua!
Ricorda, gli articoli che invierai non dovranno essere mai pubblicati su altri siti e non dovranno mai essere inferiori a 400 parole.

Rc professionale necessaria per i medici

Categoria: Lavoro Pubblicato 29 Giugno 2015
Visite: 724

Quando di pratica la professione medica, è cosa nota, il rischio di errore può essere molto altro.

Lo sanno tutti coloro che negli ultimi anni lavorano nel settore medico e sanitario. Ultimamente le richieste risarcimento danni aumentano. Non basta più svolgere la professione con dedizione.

Fare il medico è una scelta, una vocazione che prevede un alto rischio di incidenti professionale. Da oltre un anno è obbligatorio essere forniti di rc professionale.

La rc professionale è la polizza d'assicurazione professionale a copertura dei danni che possono intercorrere durante lo svolgimento della libera professione.

Per fare il medico ad oggi non basta la regolare iscrizione all'albo professionale, non basta essere coscienziosi e diligenti ma è necessario avere una ottima copertura assicurativa rc professionale.

Tutte le libere professioni hanno necessità di copertura rc professionale ma quando si lavora nel campo medico bisogna anche tenere a mente quanto normato nel decreto Balduzzi ovvero d.l. 158/2012 conv. in L. 189/2012 che per quanto riguarda la professione medica detta alcune norme prioritarie.

Quando si fa il medico però il risarcimento danni non è mica così diretto, nonostante la copertura rc professionale, in caso di errore o danno ad un paziente è necessario dimostrare che

  • si è operato dopo meticolosa acquisizione di dati scientifici e sperimentali della migliore ricerca clinica e che quanto è stato oggetto di studio deriva da fonti attendibili riconosciute;

  • che l'errore non sia stato causato dal risparmio della spesa sanitaria;

  • che non si sia incorso in norme antietiche.

Si tratta di specifiche linee guida che un professionista del campo medico deve rispettare meticolosamente al momento della pratica.

Infatti un medico ogni volta che cura un paziente mette in gioco anni di studio e passione può pur sbagliare, ma deve sempre dimostrare di aver adoperato al meglio e seguendo tutto ciò che un professionista della sanità deve conoscere, comprese le linee guida del decreto Balduzzi.