Dove pubblicare nuovi articoli? Su PubblicareArticoli.it

Stai cercando un sito che ti permetta di fare gratuitamente Article Marketing di qualità con contenuti inediti? PubblicareArticoli.it diventerà uno dei tuoi strumenti preferiti su cui contare per promuovere le attività dei tuoi clienti o la tua!
Ricorda, gli articoli che invierai non dovranno essere mai pubblicati su altri siti e non dovranno mai essere inferiori a 400 parole.

UN NUOVO SITO PER EFFETTUARE IL CALCOLO DELLA CESSIONE DEL QUINTO INPS ONLINE

Categoria: Intermediazione Pubblicato 22 Dicembre 2015
Visite: 803

Fantastiche nuove per i lavoratori ritirati in pensione!

Tasso agevolato per prestiti e cessione del quinto tramite la convenzione INPS, concordata con i maggiori istituti di credito, tra cui menzioniamo i principali: Unicredit, Intesa San Paolo, IBL Banca, Santander.

La convenzione INPS dall’opportunità ai pensionati di prendere dei prestiti con un tasso agevolato, intorno al 4% di spread e, grazie al sito del “ Credito in Convenzione ”, è possibile effettuare il calcolo della cessione del quinto inps online.

Lo spread cambia al variare dell’età e genere sessuale del pensionato e, chiaramente, della banca che si sceglie.

La convenzione INPS copre anche i pensionati degli enti di previdenza da poco riuniti all’Inps stessa, che enumeriamo in favore dei relativi assistiti:

 

  • ENPAM
  • ex-INPDAP
  • ENASARCO
  • ENPALS
  • EPPI
  • INPDAI
  • CNPR
  • IPOST

 

Un’indagine demoscopica ha rilevato che in Italia sempre più anziani si ritrova con l’esigenza di cercare di ottenere un prestito per risolvere numerose incombenze, che si concretizzano dalla semplice ristrutturazione di casa al sempre più ricorrente aiuto ai propri figli e nipoti, non raramente con lavoro part time.

Per tal motivo di questi tempi, molti pensionati si sono orientati verso il credito al consumo, imbattendosi non raramente in diverse difficoltà, tra le quali, in molti casi, interessi al limite dell’usura.

Fortunatamente, da un pò di tempo, in caso di bisogno anche i titolari di pensione Inps, oltre ai dipendenti privati, pubblici e statali, possono ricevere nuova liquidità tramite la cessione del quinto.

VERIFICHIAMO I VANTAGGI DEL TASSO AGEVOLATO GRAZIE AL CALCOLO DELLA CESSIONE DEL QUINTO INPS

Con la cessione del quinto della pensione Inps, si ottienecalcolo cessione quinto inps un prestito che si può rateizzare fino a 120 mesi, con diversi vantaggi:

 

 

  • Tasso agevolato
  • Trattenuta diretta sulla pensione, con rate costanti (a tasso fisso)
  • Non viene richiesto di aprire alcun nuovo conto corrente bancario
  • Nessun costo di apertura pratica
  • Nessuna commissione
  • Nessuna imposta di bollo
  • Nessun costo di trattenuta del quinto/incasso rata
  • Assicurazione rischio vita inclusa
  • Possibilità di estinzione anticipata

 

Per chiedere una cessione del quinto della pensione, per mezzo d’istituti di credito convenzionati, basta avere un trattamento previdenziale INPS e non avere valicato i settantacinque anni d’età anagrafica.

Ottenere una cessione del quinto Inps tramite le Banche che hanno sottoscritto la convenzione è decisamente conveniente, visto che il risparmio conseguito sugli interessi è notevole (cliccate ora per effettuare il calcolo della cessione del quinto Inps ).

In questa maniera il pensionato, a parità di denaro richiesto, si ritroverà a pagare una rata evidentemente meno impegnativa, rapportata a quella che avrebbe ricorrendo a istituti non convenzionati.

Fra le molteplici gamme di prestito che la piazza creditizia propone attualmente, il pensionato si ritrova sempre più spesso a non sapere quale preferire, perché non sa quale sia il più adatto alle proprie necessità.

La cessione del quinto INPS nasce proprio per favorire questo tipo di determinazione, i benefici che implica sono diversi:

 

  • Nessun obbligo di finalità
  • Nessuna garanzia patrimoniali
  • Occorre solamente la firma del contraente
  • Erogabile anche a cattivi pagatori
  • Erogabile anche a protestati
  • Rimborso quote assicurative in caso di estinzione anticipata

Come ha indicato pure Il Sole 24 ore in un recente articolo, nel corso del primo semestre del 2015 lo sviluppo delle domande di cessione è stato particolarmente elevato.