Dove pubblicare nuovi articoli? Su PubblicareArticoli.it

Stai cercando un sito che ti permetta di fare gratuitamente Article Marketing di qualità con contenuti inediti? PubblicareArticoli.it diventerà uno dei tuoi strumenti preferiti su cui contare per promuovere le attività dei tuoi clienti o la tua!
Ricorda, gli articoli che invierai non dovranno essere mai pubblicati su altri siti e non dovranno mai essere inferiori a 400 parole.

CESSIONI DEL QUINTO ASSICURATE CONTRO RISCHIO VITA E IMPIEGO

Categoria: Finanza Pubblicato 17 Novembre 2015
Visite: 775

Quante volte abbiamo sentito parlare di assicurazione?

Assicurazione sulla macchina, assicurazione sulla vita, assicurazione sulla casa, ma l’assicurazione sul prestito?

Ebbene si, non ci facciamo mancare proprio nulla, per fortuna esiste anche questa, ci troviamo in presenza del famoso prestito garantito.

Un classico esempio di prestito garantito è la cessione del quinto.

La cessione del quinto è un prestito non finalizzato e garantito, le cui rate vengono direttamente detratte dallo stipendio o dalla pensione.

Questo prestito ha una durata che può variare dai 24 ai 120 mesi, può essere erogato fino a € 80.000 e tra i tanti vantaggi, come già detto, ha anche quello di essere assicurato.

Questo tipo di prestito ha infatti una doppia copertura assicurativa, in tal modo è garantito sia il richiedente del prestito, sia la banca erogante (dal rischio d’insolvenza).

Se il richiedente è un lavoratore dipendente, le assicurazioni che previste a copertura del prestito saranno l’assicurazione rischio impiego e l’assicurazione rischio vita.

Se invece il richiedente è un pensionato, essendo venuto meno l’aspetto lavorativo, a garanzia del prestito sarà prevista solamente l’assicurazione rischio vita.

Andiamo ora a vedere nel dettaglio come funzionano queste assicurazioni.

ASSICURAZIONE RISCHIO IMPIEGO: in caso di perdita del lavoro, l’assicurazione interviene estinguendo il debito residuo alla Banca creditrice ,il titolare del finanziamento rimane però obbligato nei confronti dell’assicurazione. Naturalmente il motivo dell’interruzione del rapporto di lavoro non dovrà dipendere dalla volontà del dipendente, ma esclusivamente da eventi o fatti imputabili al datore di lavoro (fallimento, licenziamento ingiustificato, ecc.).

Non ci sarà invece nessuna copertura assicurativa se l’interruzione del rapporto di lavoro è causata dal dipendente (dimissioni, licenziamento per giusta causa, ecc.)

Sembra quasi superfluo dire che il premio dell’assicurazione rischio impiego per i dipendenti pubblici e statali sarà sicuramente più basso di quello di un dipendente privato, perché il rischio di perdita del lavoro per fallimento sfiora lo zero.

ASSICURAZIONE RISCHIO VITA

Questo tipo di assicurazione copre il rischio di premorienza del richiedente della cessione del quinto.

Tale polizza copre interamente il debito e, in caso di premorienza o d’invalidità permanente, l’assicurazione andrà ad estinguere completamente il debito residuo.

Se non ci fosse questa polizza vita il debito residuo graverebbe totalmente sui familiari del contraente. Ci sono dei casi però in cui l’assicurazione non copre il rischio morte:

· Suicidio dell’assicurato nei primi 24 mesi dalla stipula;

· Quando risultino importanti elementi di rischio clinico che non erano stati comunicati al momento della stipula del contratto;

· Nel caso di partecipazione a eventi dolosi che hanno causato la morte all’assicurato.

Non tutti sanno che, nel caso di estinzione anticipata della cessione del quinto, si può richiedere alla società assicuratrice il rimborso parziale del premio unico corrisposto e non goduto, relativo al periodo che intercorre dalla data di estinzione anticipata del prestito e la sua data di scadenza originaria.

Un’altra piccola informazione, non a conoscenza di tutti, è che il premio assicurativo pagato per la copertura rischio vita è fiscalmente deducibile, nella percentuale del 19%, fino al costo assicurativo di € 1.291,14, ne consegue che la detrazione massima è di € 245,32.

Per maggiori informazioni su come accedere al credito avendo la copertura assicurativa più conveniente si può consultare il sito internet http://www.creditoinconvenzione.it/