Dove pubblicare nuovi articoli? Su PubblicareArticoli.it

Stai cercando un sito che ti permetta di fare gratuitamente Article Marketing di qualità con contenuti inediti? PubblicareArticoli.it diventerà uno dei tuoi strumenti preferiti su cui contare per promuovere le attività dei tuoi clienti o la tua!
Ricorda, gli articoli che invierai non dovranno essere mai pubblicati su altri siti e non dovranno mai essere inferiori a 400 parole.

Sapevi che i contenitori per microonde migliori sono quelli in vetro?

Categoria: Cucina Pubblicato 22 Luglio 2015
Visite: 926

La comodità di avere un microonde in casa è impareggiabile e anche il più scettico degli acquirenti, una volta che si ritrova in casa questo piccolo elettrodomestico, ben presto impara ad apprezzarne le sue mille virtù al punto da non poterne più fare a meno!


Grazie alla schermatura e alla sofisticatezza delle tecnologie, l’uso del microonde non comporta alcun rischio per la salute poiché non vi sono radiazioni in grado di fuoriuscire dallo stesso; è una leggenda metropolitana bella e buona anche quella secondo cui i cibi posoano essere in qualche modo “contaminati” mentre vengono scaldati.


Microonde che viene programmatoOccorre però un minimo di attenzione da parte di chi usa il microonde, nello specifico per quanto riguarda la scelta dei materiali di cui sono fatti i contenitori e gli oggetti in cui si colloca il cibo per scaldarlo all’interno dell’elettrodomestico.


Non tutti i materiali, infatti, sono idonei a questo tipo di impiego. Da scartare assolutamente sono i contenitori di metallo, la stagnola e le ceramiche con disegni i cui colori contengono particelle metalliche, mentre per quanto riguarda la plastica bisogna utilizzare solamente quegli oggetti su cui è espressamente riportata la compatibilità con il microonde.


Contenitori per microonde sempre sicuri e affidabili sono, invece, quelli di vetro poiché il materiale non si altera alle elevate temperature, non rilascia sostanze pericolose e non dà origine ad alcuna interazione con le onde energetiche create dal dispositivo.