Dove pubblicare nuovi articoli? Su PubblicareArticoli.it

Stai cercando un sito che ti permetta di fare gratuitamente Article Marketing di qualità con contenuti inediti? PubblicareArticoli.it diventerà uno dei tuoi strumenti preferiti su cui contare per promuovere le attività dei tuoi clienti o la tua!
Ricorda, gli articoli che invierai non dovranno essere mai pubblicati su altri siti e non dovranno mai essere inferiori a 400 parole.

Cresce a doppia cifra l’import del vino in Cina

Categoria: Alimentari Pubblicato 27 Febbraio 2017
Visite: 379

Secondo i dati distribuiti da “Decanter China” le importazioni di vino in Cina nel 2016 hanno raggiunto i 638 milioni di litri (con una crescita del 15,2% rispetto al 2015) per un valore totale di 2,36 miliardi di dollari (tasso di crescita sull’anno precedente del 16,38%).

Ma quali sono i paesi che esportano più vino in Cina?

Al primo posto si piazza la Francia, con 191 milioni di litri (+14,8% sul 2015) e 965 milioni di dollari in valore (+11,8%), seguita dall’Australia, che esporta in Cina oltre 79 milioni di litri di vino, per un valore pari a 542 milioni di dollari. Anche l’Australia ha fatto registrare nel 2016 una crescita nell’export del 40% in volume e del 23,4% in valore.

Sul gradino più basso del podio si trova la Spagna, con 72 milioni di litri (+32,3%) per 142 milioni di dollari (+26,6%).

E l’Italia? Il Belpaese è stato, nel 2016, il quinto esportatore di vino in Cina con 25,7 milioni di litri, per un valore di 114 milioni di dollari. Inoltre, anche per il nostro Paese, nel 2016, l’export verso il paese asiatico è cresciuto a doppia cifra (+14,15% in volume e +39,17% in valore).

Ma il dato che più interessa l’Italia è che il nostro Paese è l’unico che ha fatto registrare un aumento del prezzo medio al litro, più precisamente del 21,9%, per arrivare a 4,43 dollari, dato che posiziona il Belpaese al terzo posto nella classifica relativa. Tale classifica è guidata dall’Australia con i suoi 6,8 dollari, seguita dalla Francia con 5,05 dollari al litro.

In Cina si esportano anche vini biodinamici, che stanno conoscendo in Italia un successo crescente. Tra gli esportatori c’è l’azienda agricola biodinamica La Raia, che si trova a Novi Ligure, sulle dolci colline del Gavi. Tre tipologie di Gavi DOCG e due di Piemonte DOC Barbera sono il fiore all’occhiello della produzione biodinamica dell’azienda, che commercializza i suoi vini anche all’estero già da diversi anni e che sta incrementando la propria attività esportatrice. Un segno, questo, che i suoi vini sono molto apprezzati anche fuori dall’Italia, dove si ricercano non solo vini buoni, ma anche vini che parlino di un pezzo di storia, di cultura e di territorio italiano.