Dove pubblicare nuovi articoli? Su PubblicareArticoli.it

Su PubblicareArticoli.it puoi pubblicare i tuoi articoli gratuitamente, purché siano inediti e mai inferiori a 200 parole.
Perché è importante rispettare questa regola? Perchè fare article marketing su siti scadenti con contenuti brevi e duplicati e con pagine piene di pubblicità, non ti porta alcun beneficio in termini promozionali anzi danneggia l'immagine dei siti che promuovi. I siti di article marketing di qualità sono pochi, mentre le directory piene di spam sono ovunque e anche se ti permettono di pubblicare in pochi secondi e senza contenuti i tuoi link, serviranno a ben poco, ogni bravo SEO lo sa! Su PubblicareArticoli.it vengono pubblicati in home gli ultimi 20 articoli inseriti compatibili con le linee guida del nostro regolamento, questo significa che tutti gli articoli approvati saranno pubblicati per esteso in prima pagina insieme ai vostri link, mentre gli
articoli inferiori a 200 parole o già presenti su altri siti e dunque duplicati, verranno eliminati.

CORTIPET

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Farmaceutica
Pubblicato 23 Giugno 2016
Visite: 26

CORTIPET formulazione liquida,in flacone con contagocce e misurino,è un fitoterapico realizzato da ROSA CANINA Pet Formulas.Si può affermare che è l'unico ad avere un'attività antiallergica in senso lato poichè è il frutto della spremitura di gemmoderivato fresco,estratto dal Ribes Nigrum.Le gemme,in questo caso,vengono raccolte in un'unica zona di montagna,esente da inquinamento e con un'ottima esposizione solare.I laboratori di un'Ateneo Fiorentino hanno prodotto i primi dati interessanti sul gemmoderivato e non solo (Ieri F. et al.Journal of Pharmaceutical and Biomedical Analysis,2015,115,2015,1-9).I ricercatori hanno utilizzato tecniche di analisi avanzatissime,che hanno consentito loro di vedere come,in alcuni prodotti,vi fossero alte e differenti concentrazioni di flavonoli,tra cui quercitina,e di acidi idrossicinnanici.L'elevata variabilità osservata è attribuibile anche alle diverse origini e alla conservazione del materiale utilizzato,nonchè al metodo di preparazione.Altri prodotti contenenti Ribes Nero,realizzati da numerose aziende farmaceutiche contengono l'olio di ribes nero oppure numerosi ingredienti ricavati da altre piante vegetali.Tuttavia,nessuno di questi ha un'attività antiallergica.L'olio di ribes nigrum è privo di riscontri scientifici come antiallergico.E' contenuto in perle,con i semi del ribes,i quali hanno diversi costituenti chimici che possono interagire con i diuretici adoperati dai veterinari.L'olio di borragine e l'olio di enotera non dovrebbero essere usati a scopo curativo.L'estratto di calendula,usato per uso esterno,ha frequenti reazioni allergiche e interagisce,se estratto idralcolico,aumentando la sonnolenza.Il Tea Tree Oil è tollerato solo se il suo olio è ben bilanciato,poichè irrita le mucose.Il succo di Aloe,ottenuto dai tuberi esterni,ha come costituenti i glucosidi antrochinonici i quali possono essere utilizzati solo in casi particolari.Le sostanze presenti nell'estratto di aloe inducono una secrezione attiva di acqua ed elettroliti nel lume individuale (se pur adoperato per uso topico) e ne impediscono il riassorbimento nel colon.L'uso prolungato di antrochinonici può comportare numerose interazioni con farmaci o altre piante medicinali.Pertanto,soltanto il gemmoderivato fresco di ribes nigrum,è il naturale coadiuvante ad azione similcortisonica,utile alla risoluzione dei processi antinfiammatori acuti e cronici; determinante per la cura delle dermatiti atopiche,alimentari e nelle seborree della cute.CORTIPET liquido,realizzato da ROSA CANINA Pet Formulas contrasta,in modo efficace,anche il problema della patologia eosinofilica dei gatti.

 

Logistica del farmaco: come garantire l’integrità del carico

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Trasporti
Pubblicato 23 Giugno 2016
Visite: 18

La logistica del farmaco, per essere efficacie e sicura, richiede pratiche specifiche e mirate.

Logistica del farmaco

Il numero di prodotti farmaceutici termosensibili è sempre più alto, il che significa che i produttori devono prestare sempre maggiore attenzione alla catena di trasporto che tali medicinali attraversano. Fare ciò significa lavorare su un alto numero di elementi, avendo comunque sempre il rischio di incorrere in un imprevisto.

Senza scendere troppo nello specifico, ecco alcune nozioni fondamentali che fungono da base ottimale per la creazione di una buona prassi di logistica del farmaco.

Il contenitore non è tutto

Un packaging isotermico è imprescindibile in ogni caso, ma, per essere realmente sicuri della conservazione, è necessario testare la tenuta del carico all’interno di un determinato ambiente. Avere a disposizione una mappatura termica dello spazio dentro il quale verrà trasportato il farmaco è essenziale per capire quali altre misure adottare. Numerose terze parti specializzate nella logistica del farmaco sono in grado di fornire entrambi i servizi, ossia procurare le letture termiche e consigliare la relativa strumentazione.

Un piano di gestione del rischio è necessario

Nel caso qualcosa vada storto, è fondamentale avere una serie di opzioni per intervenire: non essere in grado di sistemare la situazione quando i prodotti escono dal proprio range di temperatura vuol dire rischiare di perdere ingenti somme di denaro per una leggerezza. Un buon piano comprende l’ipotesi di numerosi scenari e la stesura di soluzioni passo a passo per ognuno di essi.

Limitare le fasi delle logistica del farmaco

Nei trasporti internazionali o comunque caratterizzati da lunghe distanze è bene ridurre il più possibile il numero di volte in cui il carico cambia ambiente o effettua il passaggio da una compagnia all’altra. Ogni volta che la merce passa in ambiente diverse, aumentano i rischi che essa possa venire compromessa da eventuali sbalzi termici o errori umani. Al contrario, più il trasporto sarà centralizzato, maggiore sarà la possibilità di controllarlo ed evitare inconvenienti.

Garantire la visibilità della spedizione

Monitorare le condizioni del carico in qualsiasi luogo e momento è vitale per poter garantire la sua integrità e intervenire anche quando esso esce dal suo range di temperatura con azioni come il raffreddamento ulteriore dello scompartimento, il cambio di percorso e la messa in allerta del polo di ricevimento. Per fare questo, le aziende hanno a disposizione tecnologie sempre più avanzate, come i data logger.

Accordi sulla qualità del trasporto

Stipulare con il corriere un accordo che preveda il rispetto di determinati standard del trasporto (e non solo del magazzinaggio) è una buona pratica per fare in modo che anche le terze parti rispettino i requisiti richiesti dai prodotti termosensibili. Di particolare importanza è l’utilizzo di un linguaggio chiaro e preciso, così da evitare eventuali incomprensioni e dubbi sulle responsabilità. E’ necessario anche includere ogni specifica possibile, dal tempo di transito fino alla quantità di merce trasportata.

 

Perché i broker Forex scelgono Cipro?

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Finanza
Pubblicato 23 Giugno 2016
Visite: 20

Chiunque abbia deciso di avventurarsi nel mondo del Forex, prima o dopo si sarà trovato di fronte a un broker con sede a Cipro. Anzi, statisticamente è molto improbabile che non ci si sia mai imbattuto. Questo perché Cipro è il paese leader in Europa nel mercato regolamentato Forex.

Ma perché così tanti broker Forex scelgono questo isolotto nel Mediterraneo? Come è facilmente intuibile, le ragioni sono prettamente fiscali, viste le imposte ridotte che vengono applicate. Questo si unisce alla semplicità del set up e alla facilità con cui si può gestire il "passaporto" per offrire i propri servizi in tutti i paesi dell'Unione Europea. Cipro inoltre è un posto sostanzialmente stabile dal punto di vista politico, e ha un sistema legale basato sul common law inglese che privilegia la riservatezza delle informazioni. Insomma: poche tasse, poca burocrazia, e la possibilità comunque di rivolgersi oltre i confini nazionali. Ecco perché Cipro è il luogo ideale per i broker forex.

Non stupisce allora che ci siano più di 100 società di questo tipo che hanno scelto di operare tramite aziende di investimento che hanno sede a Cipro (le così dette CIF), che sono disciplinate dalla Cyprus Securities & Exchange Commission (CySEC). A queste società è richiesta una specifica patrimonializzazione (che varia da 200mila euro a 1 milione di euro), e possono effettuare la separazione di fondi societari da quelli di clienti ed investitori, oppure no. Sono altresì previsti altri requisiti come una contribuzione al Investor Protection Fund. La licenza CySEC non è quindi semplice da ottenere, e generalmente arriva alla fine di un percorso che dura 8-16 mesi.

Dal punto di vista del trader, questo cosa comporta? Sostanzialmente nulla di diverso da operare con broker che hanno sede altrove. Il rischio di trovare un operatore scorretto o truffaldino non dipende da dove hanno sede le società attraverso le quali opera, ma soprattutto dai controlli ai quali è sottoposto. Se le licenze sono a posto, allora potete stare tranquilli. A quel punto il destino dei vostri capitali dipenderà solo da voi.

 

La storia di Santa Maria di Leuca tra narrazioni e paesaggi

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Turismo
Pubblicato 23 Giugno 2016
Visite: 20

Santa Maria di Leuca è, da sempre nel corso della sua storia, terra di confine, di passaggio e di limite. Geograficamente ma anche culturalmente, Leuca è stata identificata come la finibus terrae, frontiera ultima tra occidente e oriente, che poi è anche divisione tra mondo cattolico e predicazione araba, canone neo-greco e arte bizantina. Due blocchi, due macro-sistemi, due sovrastrutture che trovano nel Capo di Leuca il nodo di confluenza e di delimitazione e che ha lasciato tracce indelebili sul volto urbano oltre che sulle coscienze.

Leuca ai tempi dei Romani

Nell’Antica Roma, Leuca era finibus terrae, così definita da storici del tempo come dai militari e dai politici. Lì scorrevano e si consumavano le tensioni tra invasori e gente del posto e lì si fronteggiava la minaccia araba intenta a pressare i fianchi dell’impero cristiano. Al di là dell’orizzonte vi erano i provinciali, al di qua i cittadini.

Leuca nelle epoche successive

Il crollo dell’Impero Romano d’Oriente sconvolse gli equilibri mondiali, o almeno di quello che era il mondo conosciuto allora. Da lì a poco, il Salento e tutto il blocco occidentale passarono in orbita asburgica e si acuirono le tensioni e le spaccature fra due modi differenti di guardare al mondo. Anche in quell’epoca, Santa Maria di Leuca rappresentò un baluardo, pressato dalle scorribande bizantine e dalle invasioni saracene, che lasciarono un segno ancora oggi tangibile sull’urbanistica della città. La Torre dell’Omomorto resta il segno più tangibile di una realtà costretta a vivere braccata dalle minacce del mare e spesso permeabile alle influenze culturali che gli invasori portavano in dote.

Oggi affittare un residence Santa Maria di Leuca per trascorrere le vacanze nel Tacco d’Italia significa dedicarsi a un turismo che è prettamente balneare, ma la località ha molto di più da offrire. Si tratta di un territorio unico, perché unica è la sua collocazione geografica e unica è la sua storia. Una storia che ha continuato ad arricchirsi nel corso dei secoli, passando sotto le dominazioni angioina, borbonica e aragonese, fino all’avvenuta Unità d’Italia, che non strappò mai del tutto Leuca dall’orbita dell’est. Dalla metà dell’800 al secolo scorso, fino ai flussi migratori di fine ‘900 e quelli di oggi. Leuca è la porta d’ingresso tra due mondi, una porta mai del tutto chiusa e mai del tutto aperta.

 

Perché scegliere il letto su misura

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Arredamenti
Pubblicato 17 Giugno 2016
Visite: 22

I letti su misura, personalizzati completamente sulle richieste dei clienti, non sono così semplice da trovare. Molti rivenditori o mobilifici infatti danno poche possibilità di realizzare il prodotto esattamente come lo si vuole.

Prendiamo per esempio il caso delle letti moderni: le occasioni di certo non mancano per trovare più o meno quello che desideriamo, però non sarà la letto dei nostri sogni. Può sembrare una cosa senza importanza, però questo spazio è sicuramente il più vissuto tra le stanze della casa e merita quindi ogni nostra attenzione. Il modello di letto, il design, ma soprattutto le funzionalità sono le caratteristiche che dobbiamo guardare per un ambiente su misura.

Le ultime tecnologie permettono un notevole risparmio energetico e innovazioni sui sistemi di funzionamento dei letti. L’eleganza, come accadeva qualche anno fa, non basta più e le persone sono sempre più attente alle peculiarità degli ambienti, legando il tutto alla ricerca di un rapporto qualità/prezzo interessante.

I letti moderni presentano linee spinte minimaliste e tendono a sacrificare qualche funzionalità pur di esaltare l’eleganza degli elementi. Pochi commercianti si distinguono per fornire una consulenza ai clienti dopo la visita degli showroom, garantendo la possibilità di scegliere gli elementi e di personalizzarli secondo il proprio gusto. Eppure, se ci pensiamo bene, è una necessità che sorge a ognuno di noi nel momento di un acquisto così importante.

I letti su misura sono dei complementi arredo che richiedono la massima precisione e competenze da parte di chi offre questo servizio. Sono poche le realtà capaci di mettere a disposizione un servizio di personalizzazione ma Letti Santambrogio fa parte di questo gruppo ristretto. L’azienda, specializzata nella realizzazione di letti su misura e in legno, ha fatto della lavorazione su misura un proprio fiore all’occhiello.

Tutti i letti possono essere realizzati su misura, scegliendo se farli diventare letti singoli, ad una piazza e mezzo o matrimoniali, e personalizzando inoltre la durezza dei cuscini in base al peso da sostenere.

Vuoi conoscere chi da questa opportunità? Scopri i professionisti dei letti imbottiti su misura, con showroom in tutta Italia.

 

Flaconi cosmetica: scegliere l’opzione più vendibile

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Imballaggi
Pubblicato 16 Giugno 2016
Visite: 24

Trovare i flaconi da cosmetica giusti è un passaggio importante nella promozione del prodotto

I cosmetici, per essere di qualità, non possono limitarsi ad essere semplicemente efficaci, ma devono anche essere presentati nel migliore dei modi: se proviamo a pensare qual è l’elemento che più di tutti determina l’appariscenza di un prodotto, non possiamo che pensare al suo contenitore. Per questo motivo è importante scegliere il contenitore più adatto a mettere in mostra i cosmetici in vendita.

Quali sono i criteri per determinare se un flacone è adatto o meno per il nostro prodotto? Design, funzionalità e materiali sono gli aspetti principali da tenere in considerazione, ma bisogna considerarli in relazione alla natura del prodotto. Ecco quindi una piccola guida per riuscire ad effettuare sempre la scelta migliore.

Chiedere consigli di design

Il contenitore ha il compito, attraverso le proprie forme, di esaltare e comunicare le caratteristiche del contenuto, colpendo lo sguardo del consumatore. Se doveste essere indecisi su quale linea sia più congruente con il vostro prodotto, provate a chiedere il parere di un esperto grafico o di design: questi vi sarà sicuramente indicare l’opzione che più si sposa con le vostre necessità.

Chiedere il parere del produttore

Nessuno conosce il proprio prodotto meglio di chi lo realizza: ecco perché, se siete indecisi su quale modello adottare, rivolgervi al produttore può essere una buona idea. Più specifici sarete nella descrizione del contenuto in questione e delle sue caratteristiche, maggiori saranno le possibilità che vi vengano indicati i flaconi da cosmetica più adatti.

Utilizzare prodotti ecologici

Non solo funzionalità, ma anche rispetto per l’ambiente: utilizzare materiali riciclabili e biodegradabili è un ottimo modo per migliorare la propria immagine agli occhi dei compratori e, a volte, di ridurre i costi di produzione.

Fare dei test

Non sempre si intuisce al primo colpo qual è la linea di contenitori più adatta per un determinato cosmetico. E’ quindi necessario fare delle prove, impiegare più modelli e monitorare il feedback del pubblico per ognuno di essi.

 

Accedi o Registrati

Non verranno accettati articoli inferiori a 200 parole, o già pubblicati su altri siti.
Inviando questi dati autorizzi PubblicareArticoli.it al trattamento dei tuoi dati ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs. 196/2003.

Web Agency Paganelli

Il tuo sito non porta contatti? Il tuo ecommerce non vende? Il tuo blog è poco commentato? Volta pagina! La web agency Paganelli si occupa di realizzazione siti web , marketing mix e comunicazione per far decollare la tua impresa nel web, così il tuo sito non avrà più solo visite, ma anche contatti!