Dove pubblicare nuovi articoli? Su PubblicareArticoli.it

Su PubblicareArticoli.it puoi pubblicare i tuoi articoli gratuitamente, purché siano inediti e mai inferiori a 200 parole.
Perché è importante rispettare questa regola? Perchè fare article marketing su siti scadenti con contenuti brevi e duplicati e con pagine piene di pubblicità, non ti porta alcun beneficio in termini promozionali anzi danneggia l'immagine dei siti che promuovi. I siti di article marketing di qualità sono pochi, mentre le directory piene di spam sono ovunque e anche se ti permettono di pubblicare in pochi secondi e senza contenuti i tuoi link, serviranno a ben poco, ogni bravo SEO lo sa! Su PubblicareArticoli.it vengono pubblicati in home gli ultimi 20 articoli inseriti compatibili con le linee guida del nostro regolamento, questo significa che tutti gli articoli approvati saranno pubblicati per esteso in prima pagina insieme ai vostri link, mentre gli
articoli inferiori a 200 parole o già presenti su altri siti e dunque duplicati, verranno eliminati.

La nuova filosofia del living applicata alla cucina

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Arredamenti
Pubblicato 25 Settembre 2017
Visite: 58

Senza nessuna esclusione, tutti i più prestigiosi marchi di arredamento contemporaneo si sono adeguati all’attuale scenario di consumo ed alle tendenze dell’architettura di interni.
Queste sono testimoniate dalla sempre crescente richiesta di unire ciò che prima veniva rigorosamente tenuto separato, ossia la cucina e la zona living: il trend è adesso quello dell’open space nel quale gli stili si contaminano ed i diversi elementi di arredo “dialogano” tra di loro nella lingua eletta dell’interior design!

Cucine che riflettono la personalità


Se anche tu stai pensando a come arredare la tua casa ed i tuoi spazi di convivialità in modo che riflettano la tua personalità, ti consigliamo di procedere nella lettura perché stiamo per darti alcuni preziosi consigli. In primo luogo, devi rivolgerti ad un arredatore esperto, che con un continuo aggiornamento professionale conosca non solo la più attuale filosofia dell’abitare, ma anche i marchi che meglio riescono ad interpretarla.
Noi abbiamo scoperto, durante una visita presso lo showroom di Tolomello Mobili, recentemente ristrutturato e specializzato nella distribuzione delle migliori cucine a Napoli ed in tutta la provincia, che una clientela esigente bada molto di più rispetto al passato al connubio tra il bello estetico ed il risultato funzionale.
Ciò significa che una cucina deve sì mostrare tutto il meglio in fatto di rifiniture, rivestimenti e materiali compositivi moderni, ma deve al tempo stesso essere equipaggiata da ritrovati tecnologici che la rendano pratica, e supportata da un progetto capace di sublimare l’ergonomia sfruttando gli spazi in maniera razionale.

Cucine ergonomiche e funzionali


Un vero “laboratorio” è in questo senso il modello Lab13 di Aran Cucine, i cui mobili contenitori ed i pensili sono stati concepiti per essere molto più capienti rispetto ad una cucina tradizionale, accogliendo stoviglie ed utensili anche ingombranti sfruttando razionalmente fino all’ultimo centimetro.
L’ergonomia è ancora più accentuata da un dettaglio per nulla insignificante come ben 4 diversi livelli di altezza tra cui scegliere per la zoccolatura, così da ottenere l’altezza ottimale del piano di lavoro, calibrata sulla statura di chi quella cucina dovrà viverla.

C’è una scuola di pensiero virtuosa dietro progetti di cucine come questo, una scuola che rifiuta il “cinismo” di quei produttori di mobili votati a trascurare la qualità non immediatamente visibile. La strategia di queste cucine di standard più elevato considera la qualità nascosta la vera struttura portante di un progetto di successo e non la relega a “costo” da tagliare.
Sta tutta nei dettagli la vera distinzione tra un arredo mediocre ed uno di eccellenza!

 

I pregi delle capsule di caffè

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Alimentari
Pubblicato 12 Giugno 2017
Visite: 145


Una sola capsula, infiniti pregi



Più che cialde, le capsule di caffè sono dei veri e propri scrigni, piccoli ma preziosissimi forzieri che racchiudono l’eccellenza e il pregio della preziosa e scura bevanda tanto cara agli italiani. E le capsule Illy Mitaca mps queste caratteristiche ce le hanno tutte! Sono le fedeli compagne di mattutini risvegli e pause pomeridiane; versatili per gusto e intensità, permettono di scegliere fra tante varianti quella che più sposa e soddisfa il personalissimo gusto di ognuno.

Semplicissime nell’utilizzo, danno immensa soddisfazione ricordando in tutto e per tutto l’espresso del bar, quella preziosa tazzina che a seconda del momento della giornata assume ogni volta una valenza differente: ricompensa, momento di break, convivialità con un amico o un’amica, tonico per iniziare al meglio la giornata.


Una tazzina in un clik



Avere le capsule Illy Mitaca Mps è veramente semplice: basta generare un ordine on line ed arrivano a destinazione tramite corriere in pochissimo tempo. Questo permette di calibrare l’ordinativo in base alle proprie specifiche esigenze, evitando inutili sprechi, esagerate scorte o, al contrario, scorte troppo esigue. E, considerando che l’effetto della caffeina sul corpo dura mediamente 45 minuti, converrà davvero fare uno scrupoloso calcolo in base alla propria golosità, per non rimanerne mai a secco!


Funzionalità ed eccellenza


Le capsule Illy Mitaca Mps, appositamente studiate per le macchine mps Mitaca Professional System, sono confezionate singolarmente, una ad una. Questo sistema, oltre a garantirne la fragranza e a ridurre a zero il dispendio, permette una conservazione ottimale a riparo da luce, umidità e da tutti quei fattori che potrebbero in qualche modo alterare le proprietà della pregiata miscela di caffè.

La composizione della miscela contenuta all’interno delle capsule Illy Mitaca Mps varia a seconda del tipo:
100% arabica, 50% arabica 50% robusta, decaffeinata, 50% forte 50% arabica. Ed è anche il grado di tostatura a conferire alla capsule quella unicità che andrà a sposare i soggettivi gusti di ognuno.


Un caffè con De Filippo


In una memorabile scena di una delle più belle commedie di Edoardo De Filippo, la povera Concetta viene accusata di non saper fare il caffè e di preparare un caffè che farebbe rabbrividire gli scarafaggi! Ecco, nelle case, negli uffici, nei magazzini e nei negozi dove il caffè viene preparato con le capsule Illy Mitaca Mps, questo non accadrà mai! E non si correrà mai il rischio di essere apostrofati come capitò invece alla povera Concetta! Semmai, bisognerà imparare a gestire gli avventori che, dopo aver provato le tazzine preparate con le capsule Illy Mitaca Mps, ne diventeranno assidui ed affezionatissimi estimatori!

 

Il marketing esperienziale e la forza dell’evento brand

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Web Marketing
Pubblicato 31 Maggio 2017
Visite: 153

L’idea di consumo, oggi, ha acquisito una rilevanza differente rispetto al passato. I consumatori odierni utilizzano i concetti di acquisto e di scelta per auto-determinare se stessi: noi siamo ciò che compriamo, indossiamo, mangiamo, frequentiamo. Il nostro approccio alla spesa parla di noi, rivela il nostro modo di ragionare e di viviere. In un contesto simile, i brand diventano veri e propri tratti identitari; le marche e il loro storytelling diventano espedienti attraverso cui il pubblico parla di sé e si rivela.

In una società siffatta, ogni marchio è chiamato a compiere valutazioni di conseguenza: il pubblico non sceglie solo il prodotto ma anche la sua storia e i suoi simboli; un marchio che non possiede un’identità resta un marchio muto, incapace di esprimere idee e punti di vista. Per tale ragione, oggi più che mai, ogni azienda deve sapersi costruire e diffondere una propria identità, riconoscibile, comprensibile e in cui gli utenti possano riconoscersi o meno.

Il marketing esperienziale

Si è iniziato a parlare di marketing esperienziale già a partire dai primi anni ‘80 ma il concetto ha visto crescere esponenzialmente la propria rilevanza nel corso del tempo. L’utente non si accontenta più di fare esperienza del prodotto dopo l’acquisto ma desidera conoscere il brand, la sua storia, i suoi valori; vuole poter assegnare un colore, un odore e una forma agli acquisti che utilizza per raccontare se stesso nel mondo.

In tale prospettiva deve essere interpretato il boom del settore dell’organizzazione eventi aziendali Milano come a Roma e nel resto d’Italia, con spiccata preponderanza nelle grandi città. L’evento brand è il contenitore ideale in cui marchio e pubblico possono incontrarsi e fare esperienza l’uno dell’altro.

A seconda del messaggio, dell’obiettivo e dei mezzi a disposizione, ogni impresa può trovare la soluzione più consona: conferenze stampa, eventi vetrina per il lancio di prodotti, inaugurazioni, meeting, convegni, fiere e manifestazioni sono occasioni d’incontro in cui cade il velo che separa pubblico e azienda e offrono un terreno fisico di incontro e di confronto condiviso.

 

Le intramontabili décolleté nelle collezioni di scarpe 2017

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Moda
Pubblicato 31 Maggio 2017
Visite: 141

Tra i modelli di scarpe dedicati alle donne per l’estate 2017, le décolleté sono considerate una delle tendenze moda di stagione più richieste, in quanto riescono a donare un taglio elegante e delicatamente femminile al piede, senza rinunciare al comfort e alla praticità. Per la bella stagione, le maior dell’industria di abbigliamento ci propongono una vastissima collezione di décolleté, alcune dalle colorazioni accese, altre dalla linea più sobria: a fare la differenza, oltre al vasto assortimento di colorazioni e dettagli stilistici, è soprattutto la possibilità di spaziare tra tanti modelli bassi, con tacco, zeppa e plateau, per un look mai uguale ed essenzialmente personalizzabile.

La possibilità di trovare la propria décolleté preferita si amplifica, dunque, con la vasta offerta di modelli disponibili nella nuova collezione di scarpe da donna per l’estate 2017, sia per chi è amante del comfort e della versatilità degli indumenti, sia per chi non sa fare a meno di tacchi alti e zeppe, in tutte le loro versioni. Questa scarpa dalla linea femminile, semplice ed elegante, si è prestata a svariate reinterpretazioni nel corso degli anni e costituisce un’espressione personalizzata di gusto. Per un look finale più rappresentativo della propria personalità e deciso, gioca un ruolo chiave l’abbinamento con borse e altri accessori moda, come cinture, bracciali, collane, fasce elastiche. Si può abbinare le décolleté a capi di abbigliamento particolari, come pantaloni stretti, o il modello allacciato sopra la caviglia, ma anche jeans, vestitini aderenti e leggeri, shorts e minigonne.

Le décolleté sono ormai diventate un cult nell’immaginario femminile, un modello di calzatura da donna molto valorizzato dai grandi stilisti, anche nelle nuove collezioni di scarpe per l’estate 2017. Le décolleté hanno segnato la storia della moda femminile e continuano ad essere apprezzate e utilizzate da milioni di donne in tutto il mondo e per questo motivo non smettono mai stimolare la creatività di designer e creativi. Ogni anno nuovi modelli si affacciano negli store più rinomati nell’industria calzaturiera, come nei punti vendita low cost e nei canali di vendita online. Le décolleté sono perfette per passeggiare e stare all’aria aperta, ma anche per andare in ufficio o ad un evento importante, insomma, per ogni momento della giornata riescono a soddisfare esigenze di comodità, leggerezza, ma anche di buon gusto estetico.

La storia delle décolleté nasce all’inizio del XVI secolo come calzatura maschile dei fanti di cavalleria. Dalla metà del settecento, anche le donne iniziarono a indossare questo tipo di scarpa nella versione senza tacco, utilizzate al posto delle pantofole per passeggiare. Solo alla fine del ‘700, il secolo romantico, le décolleté diventano definitivamente una scarpa da donna, arricchite da fiocchi e altri dettagli di stile cominciarono ad essere usate anche per ballare. Durante il secolo scorso, negli anni ’30, furono ideati nuovi modelli di calzature da donna con tacco vertiginoso, mentre negli anni ’50 comparve lo stiletto. Le décolleté con il tacco basso, tornarono di tendenza negli anni ’80 e ’90, e sono state costantemente valorizzate nel tempo dai grandi creativi della moda, fino ad arrivare alle recenti collezioni di scarpe da donna, come quella del 2017, in cui le varietà di forme e colori hanno fatto apprezzare queste calzature da un pubblico sempre più eterogeneo di donne.

https://www.euroshoesroma.it/

 

Bombatura e matrici per presse piegatrici

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Altro
Pubblicato 26 Maggio 2017
Visite: 134

La deformazione della struttura è uno degli inconvenienti che possono verificarsi nelle presse piegatrici, purtroppo non evitabile. Se si sta effettuando la piega dell'acciaio con dell'altro acciaio, per esempio, si attuerà la normale deflessione e quindi la traversa superiore avrà la tendenza ad incurvarsi al centro.

L’angolo ottenuto sarà maggiore anche perché il punzone si troverà più distante dalla matrice: il risultato di questa operazione è quello di far sì che il profilo si chiude maggiormente alle estremità e mentre in centro resta più largo assomigliando allo scafo di una barca. Per questo la piegatura può diventare un processo pieno di insidie, perché le minime differenze hanno risultati importanti.
Il modo migliore per compensare questo fenomeno che viene definito di deflessione è la bombatura: come avviene? Semplicemente il banco viene incurvato per mantenere la matrice e la traversa a una distanza costante tra loro.

Esistono due tipologie di bombatura, una sfrutta dei cilindri idraulici a corsa corta, l’altra un sistema di cunei che sono utili per sollevare meccanicamente la matrice. In entrambi i casi si tratta di compensare la struttura della pressa conoscendo le caratteristiche del materiale da lavorare con le matrici per presse piegatrici.

 

I materiali più utilizzati nelle impermeabilizzazioni

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Edilizia
Pubblicato 23 Maggio 2017
Visite: 136

Come imparare a destreggiarsi nel mondo delle impermeabilizzazioni.

Tutte quelle volte che sul muro si presenta una macchia oppure che si scrosti l’intonaco sotto il balcone di casa, o anche tutti quei casi di efflorescenze di muschi sul muro del garage o di strane escrescenze bianche filamentose si pensa che sia necessario un intervento di impermeabilizzazione.

Tuttavia bisogna essere un pochino più cauti, in quanto un professionista del settore dell'edilizia analizza numerosi altri fattori. In particolare è necessario avere una buona conoscenza dei materiali che si utilizzano nelle impermeabilizzazioni.

Di seguito una pratica guida per imparare a destreggiarsi nel mondo delle impermeabilizzazioni e dei principali materiali d’impiego.

Quali sono i materiali più utilizzati?

  • Guaina bituminosa: è un ottimo materiale, tra le altre è stato inventato nel nostro paese, è il più utilizzato per impermeabilizzare in quanto ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Essa è compatibile con molti materiali di sottofondo. Si distribuisce con facilità mediante il cannello a gas ed è facilmente reperibile nel mercato. Una curiosità, per capire se essa è di buona qualità occorre che nella scheda tecnica, che viene rilasciata con il preventivo, riporti la dicitura monostrato. Questo non è un parametro assoluto ma il tipo di guaina riassunto da questa espressione è sempre di alta qualità.

  • Malte cementizie elastiche: sono malte con le quali si mescolano al momento dell’uso delle componenti in polvere ed altre liquide: solitamente cemento e resina vinilica oppure acrilica. Queste malte sono nate per impermeabilizzare le riparazioni eseguite sul calcestruzzo in verticale. Tuttavia per funzionare sui piani orizzontali hanno la necessità che il piano sia perfetto e che sia asciutto, anche al suo interno. Purtroppo queste condizioni sono molto rare, pertanto il loro uso è sconsigliato su balconi e terrazze.

  • Teli sintetici: I principali hanno sigle che non fanno capire molto sulle loro caratteristiche, per esempio PVC, TPO, EPDM, HDPE etc. Tutti questi materiali hanno delle caratteristiche ben diverse e precise, attualmente quelli più diffusi sono il TPO (POLIOLEFINA) e l’EPDM ( ovvero Etilene Propilene Diene Monomero), essi vengono utilizzati per i tetti piani, per le grandi terrazze e per i laghetti ornamentali o di raccolta dell’acqua. E’ che un privato non esperto sia in grado di scegliere un materiale piuttosto che un altro. Non appena qualcuno vi propone questo genere di materiale, il consiglio è di rivolgervi ad un professionista.

  • resine: Le principali resine utilizzate sono tre: epossidiche, poliuretaniche e acriliche. Circa le impermeabilizzazioni le epossidiche vengono usate come strato di adesione e le poliuretaniche e le acriliche vengono sparse sopra come strati impermeabilizzanti. In realtà la prassi è ben più complicata ma questo è il succo. Le caratteristiche solitamente si trovano nelle schede tecniche. Ma le cose da sapere sono: tutte le resine temono l’acqua che può vaporizzarle da sotto, in quanto aderiscono benissimo ai supporti, ma non reggono eventuali pressioni dal basso. Per capire, dalla scheda tecnica, se la resina è buona oppure no,bisogna guardare il “residuo solido”, si riferisce alla parte che rimane quando la resina si è ormai asciugata. Maggiore è questo dato meno resina si deve usare, ma la posa è più difficile. La necessità è di un garantito spessore.

E’ molto utile un calcolo: dividere la quantità usata per i metri quadrati, questo moltiplicato per il residuo solido. Il numero che otterrete sarà facilmente valutabile. Per esempio: se una resina ha un residuo del 60% ed un peso specifico di 1200kg/mq (o 1,2g/cmq), ciò vuol dire che più o meno ogni chilo di materiale che vi sarà applicano rimarrà circa 0,6mm di materiale posato. Di conseguenza se possedete un terrazzo di 100 mq e vi si applicano 100kg di materiale otterrete 1, che moltiplicato per il residuo solido vi restituisce 0,6. Perciò se le schede tecniche vi dicono che dovete avere 2 mm allora i kg usati dovrebbero essere un po’ meno del triplo. Questo è un semplice conto che è utile fare i per evitare che chi esegue il lavoro lo faccia male.

 

Il marciapiede mobile movimenta un gran numero di persone

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Trasporti
Pubblicato 23 Maggio 2017
Visite: 140

Quali sono le differenze tra un marciapiede mobile e la scala mobile? È semplice: il primo <è dotato di una superficie piana mentre l’altra di scalini che permettono a chi la utilizza di salire o scendere di un piano e raggiungere la meta desiderata.

Il marciapiede mobile, quindi, è una specie di nastro trasportatore che può essere utilizzato come mezzo di trasporto urbano e proprio per questo viene diffusamente utilizzato negli aeroporti e nelle stazioni delle grandi metropolitane e in termini tecnici viene definito sistema ettometrico. La norma europea EN 115 lo definisce con precisione parlando di “installazione azionata da motore, con superficie in movimento senza fine (es. segmenti, tappeto) per il trasporto di passeggeri fra due punti allo stesso o a diverso livello”.

scelto soprattutto <negli aeroporti e nelle stazioni delle grandi metropolitane dove dimostra una grande funzionalità soprattutto perché riesce a far defluire molte persone anche quando ci si trova in presenza di spazi ristretti, dove movimenta la folla e evita che si creino ingorghi dovuti proprio alla massa di persone che tendono a rallentare sensibilmente il passo.

Il marciapiede mobile ha una velocità bassa ma costante, deve rispondere a standard tecnici a livello continentale (dal 2005) e viene integrato in qualsiasi edificio con ottimi risultati estetici.

 

Il divorzio

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Studi legali
Pubblicato 23 Maggio 2017
Visite: 132

Il numero di divorzi in Italia è in costante aumento e da tempo si avvertiva l’esigenza di misure che rendessero più veloce l’iter per finalizzare la procedura.

Per questo il legislatore è recentemente intervenuto nel tentativo di risollevare le sorti dei coniugi che si trovino a dover affrontare lo scioglimento del loro legame matrimoniale, con nuove misure volte all’accelerazione dei tempi ed allo smaltimento delle innumerevoli pratiche di divorzio che troppo spesso “prendono polvere” nei tribunali.

1. Il divorzio congiunto (o divorzio consensuale)

Il riferimento è in primo luogo al D.L. n.132/2014 che introduce, nei casi di divorzio consensuale, l’obbligo per i coniugi di tentare la procedura di negoziazione assistita. Essi dovranno in ogni caso essere assistiti dai rispettivi legali, ma avranno notevoli vantaggi in termini di velocità e riduzione dei costi: saranno loro stessi a sottoscrivere un accordo riportante le reciproche intenzioni e volontà.

2. Il divorzio breve

L’altro importante intervento cui si faceva cenno è la L. n. 55/2015 per mezzo della quale è stato introdotto il divorzio breve in Italia. Questa Legge ha drasticamente ridotto i termini per poter proporre il divorzio:

- nei casi di separazione consensuale si è passati da tre anni a sei mesi a decorrere dalla comparsa dei coniugi avanti al Presidente del Tribunale;

- nelle separazioni giudiziali invece i termini sono stati abbreviati da tre anni a dodici mesi.

3. Divorzio giudiziale

Il divorzio giudiziale interviene a risolvere i casi in cui non si riesca in alcun modo a giungere pacificamente ad un accordo circa il divorzio. In tal caso la domanda di divorzio partirà dunque da uno solo dei coniugi che darà così avvio all’iter giudiziale.

Divorzio: cosa fare

Decidere di divorziare non è mai facile. Fronteggiando la situazione in modo superficiale si corre il rischio di compromettere i propri diritti.

Per tali questioni è quindi sempre consigliabile affidarsi a buoni avvocati divorzisti,in grado di offrire la consulenza necessaria per le proprie specifiche esigenze.

Affidandosi ad AvvocatoFlash.it, chiunque abbia deciso di procedere ad una separazione consensuale o voglia presentare una domanda di divorzio, può descrivere la sua situazione in modo del tutto anonimo sulla piattaforma on-line: verrà contattato da tre avvocati specializzati in materia che gli proporranno la loro assistenza.

Perché scegliere AvvocatoFlash.it

AvvocatoFlash ascolta e analizza i problemi di tutti gli utenti, aiutandoli a orientarsi nella scelta del professionista più adatto.

Affidarsi ad AvvocatoFlash conviene perché è:

· Anonimo. La riservatezza è sempre garantita e il problema legale sarà trattato con la massima discrezione. L’identità delle persone coinvolte e i dettagli del caso saranno divulgati solo all’avvocato che sarà scelto.

· Veloce. L’utente non dovrà perdere tempo a cercare un avvocato online o chiedere consiglio ad amici o parenti. Sarà contattato dai migliori esperti in tema di divorzio a Milano.

· Facile. Il cliente deve semplicemente esporre il suo problema e il caso sarà sottoposto gratuitamente ai professionisti del settore.

Quanto costa AvvocatoFlash.it

AvvocatoFlash è totalmente gratuito, così come ricevere i tre preventivi da parte dei migliori avvocati matrimonialisti in Milano.

Ancora dei dubbi?

Il servizio clienti di AvvocatoFlash è sempre a disposizione per rispondere a eventuali domande.

 

Campagne web marketing di successo all’estero: si può fare!

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Web Marketing
Pubblicato 16 Maggio 2017
Visite: 142

Per avere successo una campagna di web marketing deve porsi agli occhi del cliente in modo da assecondare le sue esigenze e, al tempo stesso, anche il modo in cui avviene il suo naturale processo di acquisto.


Web marketingRiuscire a intercettare la potenziale domanda, attrarre l’attenzione e convogliare un determinato messaggio non è certo facile, non solo perché occorre conoscere nel dettaglio le preferenze e i comportamenti del consumatore, ma anche perché la concorrenza sul web è sempre più serrata.


Occorre perciò valutare con attenzione tutti gli step che porteranno alla creazione della propria campagna, iniziando col prefissarsi degli obiettivi che siano specifici, raggiungibili, misurabili e collocati con precisione a livello temporale.


Occorrerà poi lavorare su strategie quali il sito web, le attività sui social, l’ottimizzazione SEO e altri aspetti cruciali a livello di web marketing: attività complesse che non possono che complicarsi a dismisura quando il mercato target è un paese estero, con tutte le sue peculiarità e la concorrenza locale da dover affrontare!


Per ogni necessità a livello di campagne di web marketing le aziende italiane potranno rivolgersi a Ranking Road, che si occupa di attività a 360° in una decina di diversi paesi grazie ai team locali presenti in tutta Europa. Per informazioni: rankingroad.com/it o tel. 0521 969489.

 

Bonus per le ristrutturazioni edilizie di condomini a Mantova

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Altro
Pubblicato 16 Maggio 2017
Visite: 143

L’ultima Legge di Stabilità, approvata lo scorso dicembre e riferita all’anno 2017, contiene punti molto importanti a livello di ristrutturazioni edilizie e di relativi bonus fiscali a disposizione di privati e condomini.


Ecobonus ediliziaPer quanto riguarda quest’ultima categoria in particolare di destinatari, particolarmente “delicata” per via delle talvolta (molto) complesse dinamiche condominiali, la legge introduce l’estensione della validità di alcuni bonus fiscali ampliandone l’orizzonte temporale al 2021, e non più al 31 dicembre 2017 come avviene coi bonus per i privati.


Anche in termini di effettivo risparmio sulle ristrutturazioni edilizie, a Mantova così come ovunque sul territorio italiano i condomini beneficiano di aliquote di detrazione in genere superiori rispetto a quelle per i singoli contribuenti.


Nello specifico, si parla di detrazioni condominiali del 75% nel caso di lavori di miglioramento delle prestazioni sismiche dell’edificio che lo facciano scendere in una classe di rischio inferiore, che salgono all’85% qualora avvenisse un salto di due classi (per le singole abitazioni, le rispettive aliquote sono del 70% e 80%).


Analogamente i condomini sono più “avvantaggiati” nelle detrazioni Ecobonus, che sono del 70% quando sono eseguiti sull’involucro esterno degli interventi per la riqualificazione energetica e dell’85% quando essi sono finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche invernali ed estive (contro l’Ecobonus del 65% per i privati).

 

Smart&Start: una valida soluzione per incentivare le start up

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Business
Pubblicato 09 Maggio 2017
Visite: 167

Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da una maggiore difficoltà, per i giovani, nel trovare lavori da dipendenti. Questo fattore, combinato con la tipica creatività imprenditoriale italiana, spinge molti giovani a valutare la possibilità di mettersi in proprio, aprire un'attività oppure realizzare una propria idea imprenditoriale per uscire dalla crisi occupazionale. Uno però dei più grossi scogli contro cui molti giovani si scontrano, è la mancanza di fondi e liquidità necessaria per poter avviare un'attività. Per questo motivo il governo ha deciso di cercare di incentiviare l'autoimprenditorialità, finanziando direttamente i giovani tramite bandi appositi.

Uno dei bandi che prevedono finanziamenti per startup è il cosiddetto progetto Smart & Start, che verà gestito da Invitalia. Il progetto prevede di distribuire oltre 45 milioni di Euro alle start up o privati che ne faranno richiesta; in particolare questo progetto è rivolto alle start up innovative. Una grossa parte di questi fondi saranno riservati ad alcune delle regioni meno sviluppate del Sud Italia. Smart and Start è un bando che esisteva anche negli anni precedenti, ma fortunatamente il governo ha deciso di estendere e rifinanziare questo bando anche per l'anno ocorrente.

Per richiedere i finanziamenti è necessario registrarsi sulla piattaforma di Invitalia, tramite posta elettronica certificata, e caricare il business plan del proprio progetto imprenditoriale. La documentazione deve soddisfare una serie di requisiti formali, pena la non ammissione della propria domanda. Incentivimpresa può facilitare queste procedure assicurandosi di rispettare tutti i parametri previsti.

 

ROSSETTO? LE NOVITÀ DEL MAKE UP LABBRA PER LA NUOVA STAGIONE!

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Moda
Pubblicato 09 Maggio 2017
Visite: 153

Ogni donna sa che a volte basta un filo di colore sulle labbra per apparire più curate e affrontare meglio la giornata. Ma si fa presto a dire rossetto! In realtà dietro questo piccolo must have femminile si nasconde un mondo fatto di colori, texture e tendenze. Come nella moda, anche nel make up labbra, ogni stagione ha i suoi colori. Le proposte suggerite dai make up artists per la primavera estate 2017 vanno dalle tonalità più neutre per un effetto nude e minimal facilmente portabile da tutte e adatto alla vita di tutti i giorni, a nuance più accese e cariche per un look più aggressivo ed eccentrico. I classici rosa e rosso non spariranno, ma saranno declinati in nuove sfumature.

L’effetto nudo è un passe-partout per tutto l’anno, ma abbinato alla pelle abbronzata ha un effetto decisamente diverso! Le tonalità del rosa e del beige sono ideali per ogni tipo di carnagione e adatte ad ogni situazione della giornata. Considerati i nuovi basic di stagione, invece, il rosso mattone e il rosa lampone, stanno bene a tutte e sono perfetti sia per le pelli più chiare che per quelle più scure. L’arancione è di grande tendenza in questa stagione 2017, ma bisogna fare attenzione alla sfumatura che più ci si addice. Chi ha la carnagione olivastra e si abbronza facilmente opterà per un arancione carico, quasi elettrico. Chi, invece, ha una pelle chiarissima, potrà scegliere tra le nuance corallo e papavero.

Se si vuole osare con un tocco di originalità, i toni suggeriti sono il bordeaux o l’insolito grigio, molto usato sulle ultime passerelle.

Le tendenze per il make up labbra permettono anche di giocare con le texture. Si sceglieranno rossetti mat, volendo anche glitterati, per dare un colpo di colore al look delle serate estive. Per il giorno, invece, ritorna in voga il gloss che renderà brillante e luminoso il sorriso. Via libera, quindi, ai rossetti effetto vinile o al semplice lucidalabbra da applicare anche da solo.

Le ultime novità delle case cosmetiche in fatto di rossetti, inoltre, sono cremose, leggere e di facile applicazione per labbra idratate e morbide. L’effetto a lunga tenuta, poi, è garantito!

Se vuoi scoprire tutti i rossetti novità per la primavera estate 2017, vieni a trovarci in uno dei nostri punti vendita Gibin Profumerie, che fa parte di Ethos Profumerie, a Oderzo, Conegliano e Treviso, oppure visita il nostro shop di cosmetici online Gibin Profumi.

 

Accedi o Registrati

Non verranno accettati articoli inferiori a 200 parole, o già pubblicati su altri siti.
Inviando questi dati autorizzi PubblicareArticoli.it al trattamento dei tuoi dati ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs. 196/2003.

Web Agency Paganelli

Il tuo sito non porta contatti? Il tuo ecommerce non vende? Il tuo blog è poco commentato? Volta pagina! La web agency Paganelli si occupa di realizzazione siti web , marketing mix e comunicazione per far decollare la tua impresa nel web, così il tuo sito non avrà più solo visite, ma anche contatti!