Dove pubblicare nuovi articoli? Su PubblicareArticoli.it

Su PubblicareArticoli.it puoi pubblicare i tuoi articoli gratuitamente, purché siano inediti e mai inferiori a 200 parole.
Perché è importante rispettare questa regola? Perchè fare article marketing su siti scadenti con contenuti brevi e duplicati e con pagine piene di pubblicità, non ti porta alcun beneficio in termini promozionali anzi danneggia l'immagine dei siti che promuovi. I siti di article marketing di qualità sono pochi, mentre le directory piene di spam sono ovunque e anche se ti permettono di pubblicare in pochi secondi e senza contenuti i tuoi link, serviranno a ben poco, ogni bravo SEO lo sa! Su PubblicareArticoli.it vengono pubblicati in home gli ultimi 20 articoli inseriti compatibili con le linee guida del nostro regolamento, questo significa che tutti gli articoli approvati saranno pubblicati per esteso in prima pagina insieme ai vostri link, mentre gli
articoli inferiori a 200 parole o già presenti su altri siti e dunque duplicati, verranno eliminati.

Installare montascale a Reggio Emilia è più semplice e veloce che mai

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Trasporti
Pubblicato 29 Settembre 2016
Visite: 4

I montascale, o servoscale, sono particolari tipologie di impianti di trasporto per le persone basati sulla presenza di un binario su cui scorre una poltroncina (o, in taluni casi, una piccola piattaforma) grazie a cui il passeggero può farsi comodamente portare da un piano all’altro.


Per mezzo di questi impianti anche le persone che fanno fatica a muoversi a causa dell’età avanzata, o di patologie di vario tipo, non devono più rinunciare alla propria libertà di movimento ma anzi possono spostarsi a piacimento senza pericoli né fatica.

Logo Reggiana Ascensori
Con un servoscale è infatti possibile collegare l’appartamento al pianterreno, consentendo così alla persona di uscire di casa senza dover percorrere faticosamente le scale, oppure si possono mettere in connessione i diversi livelli dell’abitazione permettendo la piena fruizione di tutto l’ambiente domestico; ma le possibilità di applicazione, data la versatilità di questo tipo di impianti, vanno persino oltre.


Un altro dei punti di forza di questi impianti è il fatto che il proprietario dell’immobile può decidere a suo piacimento, quando e come desidera, in merito all’installazione. Diversamente da altre migliorie per la casa, l’installazione di montascale sia a Reggio Emilia che altrove non viene sottoposta ad alcuna autorizzazione da parte dell’ufficio tecnico comunale o di altre autorità.


Installare montascale è perciò un intervento di elevata fattibilità, e lo sarà ancor di più affidandosi agli specialisti di Reggiana Ascensori e alla loro pluridecennale esperienza. Per info: 0522 552655.

 

Lavorare a Londra

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Lavoro
Pubblicato 29 Settembre 2016
Visite: 4
Ormai sono in migliaia ad arrivare e aumentano anno dopo anno. L'italiano si sente in ogni angolo della città, camminando per le strade della capitale inglese, mangiando nei suoi ristoranti e bevendo nei suoi pub. Secondo l'ambasciata d'Italia a Londra sarebbero oltre 200.000 gli italiani arrivati nella terra della regina alla ricerca di una svolta. Ragazzi, sotto i 30 anni, laureati e non alla ricerca di un futuro migliore. Molti si inseriscono stabilmente nonostante le prime difficoltà dovute alla nostalgia di casa, al clima e alla lingua che sono però ampiamente compensate da grandi opportunità di lavoro e crescita personale che purtroppo, complice la crisi, sono negate in patria.

Le professione svolte dai nostri connazionali sono tra le più varie. In una prima fase si passa dai volantini distribuiti in strada, alle padelle di un ristorante. In seguito, i più determinati e capaci riescono nel giro di qualche anno a ritagliarsi uno spazio di tutto rispetto. Per agevolare l'inserimento nella vita lavorativa di Londra è consigliabile rivolgersi a compagnie specializzate che offrono consulenze a 360 gradi e permettono pertanto di far risparmiare tempo e soldi.

Consentono ad esempio di prenotare un flatshare direttamente dall'Italia evitando costose soste in albergo. Aiutano a districarsi nel disbrigo delle pratiche burocratiche permettendo dunque di trovare lavoro nel più breve tempo possibile.

Tra le migliori di cui si sente parlare in giro c'è Versolondra. Diamo uno sguardo ai loro servizi sul sito ufficile http://www.versolondra.it/
 

Emorroidi colpite da trombosi: e ora che si fa?

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Medicina e Salute
Pubblicato 29 Settembre 2016
Visite: 3

Il termine “emorroidi” assume in medicina un doppio significato: da una parte identifica i piccoli cuscinetti situati nella zona anale che tutti possediamo, e dall’altra i disturbi (gonfiore, dolore, sanguinamento) da cui queste piccole strutture anatomiche possono essere interessate. Non bisogna stupirsi del fatto che le emorroidi siano tristemente famose soprattutto per quest’ultimo motivo!Cartello con omino con fiamme dal sedere


Oltre ad aumentare di volume e dolere quando si va in bagno (o persino a riposo), le emorroidi come noto possono dare origine a sanguinamenti causati dall’accumulo di sangue al loro interno e dalla pressione a cui questi cuscinetti sono sottoposti durante le sollecitazioni meccaniche della defecazione.


Qualche volta i disturbi passano spontaneamente, ovvero il sangue viene gradualmente riassorbito dai tessuto circostanti e le emorroidi si sgonfiano, ma nella peggiore delle ipotesi il sangue ristagna all’interno delle strutture anatomiche dando origine alla formazione di coaguli o trombosi.


In caso di trombosi alle emorroidi il dolore e il disagio aumentano a dismisura: come affrontare questa situazione difficile? La cosa migliore da fare è chiedere aiuto al proprio medico oppure a uno specialista in proctologia: ogni situazione fa storia a sé, ed è perciò possibile che in alcuni frangenti la cosa migliore da fare sia attendere (cercando di fare, al contempo, il possibile per agevolare il transito intestinale), mentre in altri casi può essere necessaria una piccola incisione chirurgica per rimuovere il coagulo.

 

Il simbolo di infinito: da dove nasce e perché piace a tutti

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Altro
Pubblicato 27 Settembre 2016
Visite: 10

Compare impresso sulla pelle degli appassioni di skin art, è raffigurato sulle pareti delle grandi metropoli, riprodotto in mille varianti; si concede sotto forma di ciondolo in stile consulenza aziende sanitarie, stilizzato in design e colorazioni più varie: è il simbolo di Infinito, una delle evocazioni più ancestrali e criptiche del mondo dei simboli. Per chi non lo sapesse, è una sorta di 8 ruotato di 90 gradi a disegnare due cerchi contigui (ovvero questo ). Qual è la storia di questo affascinante simbolo utilizzato in matematica, filosofia, religione e in ogni altro campo dello scibile umano?

Un’origine matematica

L’ideazione del simbolo risalirebbe al 1655 e fu introdotto dal matematico inglese John Wallis. Secondo alcune ricostruzioni, esso deriverebbe dalla stilizzazione della lettera M, che nel sistema numerico romano rappresentava il numero Mille.

Secondo altre teorie, la sua interpretazione è prettamente grafica poiché la sua forma disegna una sorta di circuito che è possibile percorrere all’infinito, senza un principio né una fine certi.

C’è una terza teoria secondo cui il simbolo dell’infinito scaturisse dalle prime due lettere della parola latina aequalis, ovvero “uguale”; tale versione è accreditata dal fatto che, inizialmente, il simbolo fosse utilizzato con il significato, appunto, di “uguale”.

L’ipotesi ad oggi ritenuta più verosimile è quella secondo cui il simbolo rappresenterebbe un’analemma, ovvero il tracciato che si disegna fotografando la posizione del sole ogni giorno alla stessa ora e nella stessa località. In effetti, la curva che ne scaturisce è a tutti gli effetti una sorta di 8 rovesciato, proprio come il simbolo di infinito. In tal caso, la simbologia si legherebbe anche al concetto di ciclicità del tempo, scandita dal susseguirsi dei giorni, delle stagioni, delle ere.

Sebbene sia un simbolo estratto dal bacino simbolico della matematica o dell’astronomia, esso ha fatto ingresso nella cultura popolare di massa e ha trovato vastissimo impiego in ogni campo, anche del tutto estraneo a quello della scienza. Non è chiaro il momento in cui esso sia diventato appannaggio di artisti o pensatori, sebbene anche il suo utilizzo negli altri campi si perda nella storia e sia impossibile da datare.

 

Consulenza aziende sanitarie: salute e benessere in Innogea

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Medicina e Salute
Pubblicato 27 Settembre 2016
Visite: 9

Il core business di Innogea si basa sul principio di tutela della salute e del benessere di ogni cittadino. Questa azienda di consulenza aziende sanitarie opera dal 2004 sul mercato del healthcare e cerca di assicurare a tutti i cittadini, indipendentemente dalle condizioni socio-economiche, le prestazioni sanitarie primarie ed i farmaci essenziali, per preservare e curare la salute del paziente.

La salute ed il benessere di ogni uomo è una prerogativa imprescindibile per il nostro Paese. Anche quelli che hanno un differente approccio verso il sistema sanitario, come gli Stati Uniti, hanno avviato delle riforme volte ad estendere il più possibile la copertura sanitaria di base, per porre un freno alle diseguaglianze tra coloro che possono permettersi un’assicurazione sanitaria ed altri che, invece, non hanno la stessa opportunità. Il diritto alla salute è uno dei principi fondamentali ed inalienabili della nostra Carta Costituzionale, sancita all’articolo 32, un diritto per il cittadino ed un dovere per l’intera collettività, che si coniuga con un altro pilastro fondamentale, quello dell’uguaglianza tra i cittadini, riconosciuto sempre dalla nostra Costituzione.

Quello della salute può sembrare un concetto all’apparenza semplice, ma, in realtà, è molto complesso, e per niente scontato nel suo riconoscimento e nella sua applicazione quotidiana. Innogea, ha fatto delle scelte precise negli anni, investendo costantemente nella Ricerca e nello Sviluppo di tecnologie innovative e sostenibili nell’ambito dell’assistenza sanitaria, al fine di garantire un servizio di consulenza aziende sanitarie completa e precisa.

Innogea, con sede a Palermo, utilizza le esperienze maturate in ambito sanitario e medico professionale, per poter offrire ai propri clienti il miglior servizio sulla salute a costi sostenibili. Tutto questo avviene ottimizzando i propri servizi e cercando di valorizzare e premiare la vera innovazione terapeutica. Innogea, attraverso i propri processi innovativi ed informatizzati, riesce ad accedere tempestivamente alla diagnosi e alle terapie, sfruttando una rete efficiente di assistenza sanitaria che supporti il malato nelle diverse fasi della patologia.

 

Come risparmiare sull’inchiostro della stampante

Valutazione attuale:  / 0
Categoria: Altro
Pubblicato 19 Settembre 2016
Visite: 20

Toner e cartucce per stampanti hanno un costo di mercato impegnativo e riuscire ad ottimizzare i consumi significa risparmiare cifre importanti sulla gestione del dispositivo. Ridurre gli sprechi non è poi così complicato, basta adottare alcune accortezze in grado di abbattere sensibilmente il consumo di inchiostro, allungando il ciclo di vita del serbatoio di toner e cartucce.

Scegliere un font a basso consumo

Nei file di testo, la scelta del font influisce in modo significativo sul consumo di inchiostro. Si stima che, su un file da 100 pagine di testo, il carattere adatto generi un risparmio pari al 25% dell’inchiostro totale impiegato. Ma quali sono i “font giusti”? Tra i font presenti di default sui più diffusi programmi di text editing, i più convenienti sono Century Gothic, Times Roman, Calibri e Verdana; per un risparmio più significativo, però, si consiglia di scaricare Ecofont, un carattere sviluppato nel 2008 dall’azienda Spranq e contraddistinto dalla forellatura (impercettibile a occhio nudo) delle lettere, che consente un ragguardevole risparmio di inchiostro.

Impostare correttamente Word

Il programma Microsoft Word è il più diffuso al mondo per l’elaborazione di file di testo. Configurando correttamente le impostazioni di stampa, è possibile ridurre del 30% i consumi. Per documenti scarsamente importanti si consiglia la modalità di stampa “bozza veloce”, da selezionare tramite il percorso File->Stampa->Proprietà di stampa.

Programmi per l’ottimizzazione

Sul web esistono diversi programmi che consentono di gestire al meglio l’impiego di inchiostro regolandone in automatico l’emissione del flusso. Tra i più diffusi software open source citiamo Printeco, estensione gratuita di Windows che si integra con Microsoft Word, Excel e PowerPoint; tra le estensioni a pagamento, invece, una delle più utilizzate è GreenPrint, che elimina automaticamente le stampe superflue e inutili; infine, ricordiamo anche InkSaver, tool a pagamento che consente di scegliere la percentuale di inchiostro da conservare, da un minimo del 10 a un massimo del 90%.

 

Accedi o Registrati

Non verranno accettati articoli inferiori a 200 parole, o già pubblicati su altri siti.
Inviando questi dati autorizzi PubblicareArticoli.it al trattamento dei tuoi dati ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs. 196/2003.

Web Agency Paganelli

Il tuo sito non porta contatti? Il tuo ecommerce non vende? Il tuo blog è poco commentato? Volta pagina! La web agency Paganelli si occupa di realizzazione siti web , marketing mix e comunicazione per far decollare la tua impresa nel web, così il tuo sito non avrà più solo visite, ma anche contatti!